lunedì 24 luglio 2017

Scegliete di votare



Scegliete di votare; scegliete un candidato; scegliete un partito, magari quello che rappresenta meglio la media dei vostri ideali; scegliete un programma elettorale; scegliete una coalizione; scegliete “nei primi cento giorni”; scegliete una “squadra di governo”; scegliete il cambiamento, o quello che vi viene proposto come tale; scegliete il meno peggio; scegliete contro chi votare; scegliete chi vi abbindola meglio con la sua favella; scegliete quello con i soldi, così non ruba, e poi scoprite che chi ne ha tanti ne vuole il doppio; scegliete di farvi deludere perché ad un certo punto capite di essere stati presi per il culo o fottuti; scegliete di difendere comunque le vostre scelte, per non passare per ingenui ma passate per coglioni; Alla fine scegliete quelli dell’antipolitica e scoprirete che sono tali e quali a tutti gli altri solo con una confezione più alla moda; scegliete un futuro; scegliete di votare.

Ma perchè dovrei fare una cosa così ? Io ho scelto di non scegliere il voto. Le ragioni ? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando uno ha un'utopia. Se dobbiamo sperare in qualcosa di migliore, puntiamo in alto, puntiamo ad una utopia. Non ci arriveremo, forse, ma il risultato sarà probabilmente meglio di ciò che abbiamo ora.

Liberamente ispirato al "gioco" di Mark di Trainspotting

Nessun commento:

Posta un commento